Quantcast

Brescia, “passi sicuri” al parco Jan Palach

Intervento nel giardino cittadino per sostituire la traballante pavimentazione in legno della pensilina. Il costo dei lavori ammonta a 65mila euro.

(p.f.) Tempo di lavori al parco Jan Palach, dove è stato avviato il cantiere per la sistemazione della pavimentazione della pensilina. Un intervento sollecitato all’assessorato ai lavori pubblici del Comune di Brescia da alcune associazioni che gravitano attorno al parco di via Tommaseo, in primis la Compagnia Amici del Parco.
Il vecchio pavimento (600 mq), infatti, costituito da assi di legno, era poco sicuro, soprattutto per i bambini che, nei giorni di festa, prendono d’assalto i vicini giochi. Gli scarichi dell’acqua costruiti proprio vicino alle travi, ad esempio, avevano favorito le infiltrazioni, facendo marcire il legno; molte assi risultavano così traballanti. Senza contare che in passato sono state ritrovate anche dosi di sostanze stupefacenti, nascoste sotto il pavimento da spacciatori. “Un intervento”, ha spiegato l’assessore Mario Labolani, “che accresce la sicurezza delle tante famiglie che frequentano ormai questo parco, che è un punto di riferimento per il quartiere. Oltre al parco giochi, è dotato anche di un punto acqua, ed è sede di tanti eventi”.
65mila euro il costo dei lavori affidati alla ditta Raedil Costruzioni, che prevedono: opere di demolizione, predisposizione del fondo di ricevimento della pavimentazione, impianto di smaltimento acqua sotto la pensilina. La nuova pavimentazione, pronta al massimo tra un mese, sarà fatta di finto legno, un materiale composto da polvere di legno e plastica riciclata. “All’inizio”, ha commentato il presidente della circoscrizione Nord Marco Rossi, “in quest’area c’era un problema di sicurezza. Ora, grazie alle numerose attività che vengono realizzate, il parco è vivo. Quest’ultimo intervento è la ciliegina sulla torta”.
Anima del parco, da due anni, è la Compagnia del Parco, che ha recuperato la portineria della ditta Palazzoli, che un tempo occupava l’area. “Ogni prima domenica del mese organizziamo il baratto al parco”, ha raccontato il fondatore e presidente Lino Moretti, “frequentato da oltre 200 persone; poi abbiamo tante attività per ogni festività. E’ una bella realtà, fondamentale per animare questa zona”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.