Quantcast

Rodengo, bagarre in Consiglio sulle biomasse

Il consigliere di maggioranza Nisi ha annunciato un esposto contro il sindaco. Protesta in aula dei comitati che si oppongono all'impianto al Paradello.

(red.) Si attendeva una discussione accesa e così è stato. Anzi, più che di discussione si potrebbe parlare di una vera e propria bagarre, scoppiata nel corso della seduta del Consiglio comunale di Rodengo Saiano (Brescia) nella quale si doveva dibattere il delicato tema della (contestata) centrale  a biomasse in località Paradello.
L’esponente di maggioranza Alexander Nisi ha annunciato che presenterà un esposto alla magistratura contro il sindaco Giuseppe Andreoli. La vicenda dunque approderà a breve in Procura.
Il “j’accuse” di Nisi al primo cittadino è stato corroborato da una vivace protesta degli attivisti del “Comitato anti-centrale” e della “Rete antinocività bresciana” che durante il dibattito hanno indossato una mascherina sanitaria.
La discussione è stata più volte interrotta dal sindaco per il farsi sempre più acceso della protesta in aula, culminata poi con l’esposizione di uno striscione con la scritta “No-biomasse”, gesto che ha portato gli esponenti del comitato all’espulsione dall’aula consigliare.
All’ordine del giorno due interrogazioni sull’impianto, attivo da prima di Natale, in merito alla situazione ambientale nel paese franciacortino.
La richiesta del consigliere di minoranza Tiziana Porteri è stata quella di poter partecipare, insieme con i cittadini, al tavolo tecnico in programma il 17 gennaio a cui prenderanno parte Amministrazione comunale, Provincia, Asl, Arpa e la società che gestisce l’impianto.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.