Quantcast

Brescia pari stretto stretto con il Livorno

Caracciolo sbaglia un rigore e si mangia un'occasione ghiottissima solo davanti al portiere. Anche i toscani si fanno parare un penalty dal bravissimo Arcari.

(d.s.) Finisce a reti inviolate ma con tante emozioni il match clou della ventesima giornata di serie B tra Brescia a Livorno. Le Rondinelle, alla ricerca dei tre punti, schierano un 4-3-1-2 con il tandem d’attacco Caracciolo Corvia. In difesa non c’è Lorenzo Stovini, fuori ufficialmente per scelta tecnica ma, in realtà, in attesa di rescindere il contratto dopo le ultime polemiche e di un rapporto mai decollato. I labronici schierano difesa a tre, centrocampo a cinque e due punte.
Parte forte il Brescia che al 10′ ha già l’occasione per passare in vantaggio: Eemerson stende Corvia, calcio di rigore di Caracciolo. Il tiro è centrale e Fiorillo respinge. Il Brescia continua ad attaccare e al 15′ una botta di Bouy costringe Fiorillo a un intervento strepitoso. Due minuti dopo l’ultimo difensore toscano è ancora attento su un sinistro di Rossi. L’assedio del Brescia continua ed al 22′: Budel coglie in pieno la traversa su punizione. La prima occasione buona per gli ospiti arriva al 26′ con Sigliardi a seminare il panico nell’area bresciana e Salomon ottimo a chiudere di testa.
Al 38′ un Caracciolo disastroso si dilapida un’occasione d’oro sparando in curva da posizione favorevole. Nella ripresa, al 5′, s’infortuna capitan Zambelli, per lui entra Antonio Caracciolo. Al 10′ Paulinho chiama Arcari alla parata a terra. L’estremo difensore bresciano sale sugli scudi al minuto 14, parando un calcio di rigore di Dionisi per fallo proprio di Antonio Caracciolo, ed il successivo tiro sulla sua respinta. Il secondo tempo è del Livorno: ci provano al 25′ Berlinghieri ed al 31′ Siligardi, ma con un Arcari strepitoso c’è poco da fare.
Al 37′ si rivede il Brescia con Scaglia bravo a pescare Andrea Caracciolo il cui colpo di testa sfiora il palo e si spegne a lato. Dopo un ultimo guizzo del Livorno con una punizione di Siligardi alta sulla traversa, gli ultimi minuti sono tutti delle Rondinelle. Salomon si vede respingere un punizione allo scadere. Poi nei minuti di recupero ci prova Corvia ma la sua rovesciata ha poca fortuna. Caracciolo ci prova con un tiro al volo, respinto. Infine Salomon di testa spedisce il pallone sul palo esterno. Finisce 0-0 nonostante le tante emozioni.
Il Brescia dovrà rinunciare ad Antonio Caracciolo e Daprelà che verranno fermati dal giudice sportivo per le ammonizioni collezionate.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.