Quantcast

Brescia, parte la bonifica all’ex cava Piccinelli

La prima fase costa 80mila euro, già messi a bilancio dalla Loggia. L'operazione prevede la rimozione della terra e il posizionamento di un telo in Pvc.

(red.) Come era stato annunciato, è partita la bonifica dell’ex cava Piccinelli di Brescia.
Si tratta di un primo intervento, finanziato con 80mila euro. Nella cava di Buffalora era stato trovato del materiale radioattivo, in particolare cesio 137, con il pericolo di una contaminazione della falda acquifera sottostante. I lavori sono partiti nella giornata di lunedì 10 dicembre. La terra contaminata è stata raccolta in fusti che saranno trasportati a Roma, per le analisi. La cava, invece, sarà ricoperta con teli in Pvc, per evitare che il percolato vado ad intaccare il sottosuolo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.