Borgo Wührer, “movida” riparte dal parcheggio

Il Tar ha accolto il ricorso presentato dai commercianti e gestori del locale contro l'ordinanza comunale che imponeva la chiusura anticipata del parking sotterraneo.

(red.) Il parcheggio sotterraneo di Borgo Wührer deve restare aperto. Anche di notte. Lo stop alle chiusure anticipate nella zona est della città dove si svolge una parte della cosiddetta “movida”, al centro di numerose polemiche nei mesi scorsi, è stato stabilito dal Tar di Brescia che ha accolto il ricorso presentato dai commercianti e gestori delle attività contro l’ordinanza emessa dal Comune lo scorso 13 agosto.
La Loggia aveva infatti disposto che il parking venisse chiuso in anticipo per evitare problemi di ordine pubblico. Ora, invece, i giudici di via Zima hanno decretato che debba essere ripristinato alle 2,30.
La sentenza del Tribunale amministrativo ha come conseguenza anche quella di sospendere, in attesa della valutazione del merito, sia la delibera di giunta sulla modifica degli orari del parcheggio sia la stessa ordinanza.
Secondo i giudici, infatti, devono essere verificati ancora diversi aspetti della querelle: da valutare la richiesta di anticipare la fine degli eventi serali, presentata al sindaco dall’amministratore del supercondominio della Concorde Srl, e poi anche la stessa ordinanza comunale che, secondo quanto afferma il Tar “sembra non avere verificato la legittimazione della domanda portata dall’amministratore”, poiché “non appare rispettato l’iter pattizio sulle modifiche degli accordi assunti, insieme ai residenti, circa la regolamentazione dei parcheggi ad uso pubblico, la cui disponibilità deve essere garantita agli avventori dei locali e degli esercizi”.
Il ripristino del vecchio orario di apertura del parcheggio sotterraneo verrà effettuato a partire da questo fine settimana e i gestori del locale hanno già sollecitato l’amministrazione condominiale ad applicare il dispositivo del Tar.
La “movida” può ripartire.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.