Sel: “Con Fenaroli, ma servono le primarie”

Il partito dice di non avere nessun dubbio sul candidato, ma chiede a gran voce le consultazioni anche in città per scegliere il futuro sindaco di Brescia.

(red.) Sinistra ecologia e libertà chiede le primarie anche per scegliere il candidato sindaco di Brescia e ribadisce il suo sostegno a Marco Fenaroli.
“Abbiamo notato”, spiega una nota, “che nel dibattito cittadino ci sarebbe chi parla di fantomatiche divisioni all’interno di Sel sulla questione delle elezioni comunali. Da mesi sia il coordinamento provinciale che quello cittadino hanno deciso alla unanimità e con convinzione che anche a Brescia il centrosinistra debba promuovere la partecipazione e la democrazia delle primarie per affidare ai cittadini la scelta del candidato sindaco, perché dimostrano ormai costantemente di essere una irrinunciabile pratica di riattivazione della partecipazione dei cittadini alla politica e alle decisioni, partecipazione indispensabile per un centrosinistra che anche a Brescia voglia sconfiggere la giunta Paroli”.
Il candidato nelle corde di Sel è uno: “Il coordinamenti provinciale e cittadino hanno deciso alla unanimità di sostenere con convinzione Marco Fenaroli,  indipendente, espressione della società civile e del comitato civico ‘Al lavoro con Brescia’. Marco Fenaroli rappresenta per la sua esperienza, e la sua sensibilità sociale e specchiata dirittura morale una risorsa importante per tutto il centrosinistra. Sarà poi il popolo di centrosinistra a decidere con le primarie chi scegliere fra Fenaroli e il candidato del Pd Emilio Del Bono o altri candidati che volessero partecipare”.
Secondo Sel, poi, il successo della tornata nazionale dovrebbe fare da sprone a livello locale, spingendo a “rompere gli indugi”, muovendosi verso “un obbiettivo fondamentale di partecipazione e di democrazia, come le primarie, indispensabile per battere il centrodestra”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.