Quantcast

Cascina Gallo, sfrattata la Compagnia del Parco

Si chiude così il lungo contenzioso tra i gestori e il Comune. Il Tar ha reso esecutiva l'ingiunzione ad andarsene. A breve, un nuovo bando ma il canone sarà più alto.

(red.) Il Comune di Brescia torna in possesso di Cascina Gallo.
Si conclude così un lungo contenzioso tra la Loggia e la Compagnia del Parco società cooperativa, che da anni gestiva il luogo di ristoro del parco Gallo, a Brescia 2. Il Comune non aveva rinnovato la concessione alla Compagnia. Quest’ultima, da parte sua, aveva fatto ricorso all’autorità giudiziaria, per affermare il suo diritto a continuare a gestire la Cascina.
Una vicenda che andava avanti da anni, ma ci ha pensato il Tar di Brescia a chiudere la disputa, rendendo esecutiva l’ingiunzione del 6 novembre che intimava al gestore di lasciare l’immobile. Mercoledì 21 novembre, è stato eseguito lo sfratto, da parte di alcuni dipendenti del Comune e da agenti della Polizia locale. Dalle 16 di giovedì 22, la Cascina è definitivamente vuota. A breve, però, dovrebbe esserci un nuovo bando per affidare la gestione della cascina, ad un canone più alto dell’attuale, che è pari a 1300 euro.

 

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.