Quantcast

Via Grandi, nuova area verde da 8mila metri

Il costo dell'intervento, realizzato con una partnership tra pubblico e privato, è di 765mila euro. Creati anche dei posti auto ad uso pubblico a nord dei nuovi fabbricati.

Più informazioni su

(p.f.)  Anche la zona industriale di Brescia ha un cuore verde. Un nuovo parco pubblico, per ora ancora senza nome, ma grande circa 8mila mq, è stato inaugurato tra via Achille Grandi e via Rosselli.
Il parco fa parte di un’area di 17mila mq, che era dismessa e incolta da diversi anni, usata occasionalmente per feste estive fino a qualche tempo fa, abitudine che però aveva lasciato il terreno in stato di abbandono e degrado. Sull’area, dunque, la società Bettoni Spa è intervenuta con la costruzione di un complesso per edifici e commercio, che ospiterà anche attività per servizi logistici e di supporto alle attività industriali della zona.
“Pensiamo ad un uso intelligente dell’edificio”, ha spiegato il presidente Massimo Bettoni, “ad esempio ad uffici che ospitino medici del lavoro, oppure ad una mensa. L’idea era comunque di proporre uno stile più europeo dell’area artigianale”. Quando saranno attivati i primi servizi, nel parco saranno disposte anche delle panchine, che per ora non sono state installate. L’ampia dotazione di alberi, invece, cerca di correggere un bilancio ambientale sempre negativo nelle zone industriali per livelli di smog e rumore.
Sono stati creati schermi di verde con filari alberati, con essenze di prima grandezza, per un totale di circa 70 nuovi alberi. Per aumentare poi la mitigazione ambientale dell’area industriale, una fascia boscata scherma tutto il perimetro del lato ovest, con 34 esemplari di alberi ad alto fusto. I futuri costi di manutenzione, infine, sono stati resi minimi grazie all’assenza di strutture, visto che non ci sono arredi ed elementi architettonici decorativi, ed un uso prevalente a prato delle aree verdi, che richiede solo lo sfalcio periodico dell’erba. Il pozzo realizzato all’interno del giardino consentirà inoltre di abbattere totalmente i costi di fornitura dell’acqua e soprattutto permetterà un importante risparmio dell’acqua di acquedotto, risorsa limitata e preziosa.
“Un intervento importante”, ha sottolineato l’assessore al Verde Mario Labolani, “come i tanti che stiamo facendo in tutta la città. Il costo dei lavori è stato poi sostenuto interamente dalla società Bettoni a scomputo oneri”. Il totale ammonta a 765mila euro, ripartiti tra 300mila per le opere di urbanizzazione primaria (sistemazioni stradali di via Grandi e via Rosselli con parcheggi, marciapiedi, aiuole, nuovi impianti di smaltimento delle acque e illuminazione pubblica) e 475mila per le opere di urbanizzazione secondaria (giardino e fascia boscata, formazione di rilevati e stesa di terreno da coltivo, formazione di vialetti pedonali e di impianto di irrigazione con pozzo).
Il giardino, completamente recintato, è aperto dalle 8 alle 20, mentre sarà chiuso la notte per motivi di sicurezza. A fare da corollario, nuovi posti auto: 20 su via Grandi, 30 su via Rosselli, 74 ad uso pubblico a nord dei nuovi fabbricati. “Una partnership tra pubblico e privato”, ha aggiunto l’assessore Paola Vilardi, “che permette di realizzare opere importanti per la città”. “Un nuovo angolo verde”, ha concluso il presidente della circoscrizione sud Giacomo Lini, “che sarà sicuramente apprezzato, visto che è stata così riqualificata una zona degradata”.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.