Polveri sottili, fanno capolino gli esuberi

Tornano ad innalzarsi i livelli di Pm10 rilevati dalle centraline Arpa collocate in città e in provincia. Valori oltre la soglia in tutte e quattro le postazioni.

(red.) Arriva la stagione più fredda e, dopo il via libera all’accensione dei riscaldamenti civili e nelle abitazioni (anche se finora le temperature miti non lo hanno reso necessario) arrivano anche i primi riscontri sulla presenza di inquinanti nell’aria bresciana.
Se le scorse settimane si erano già registrati esuberi in alcune centraline della città e dell’hinterland bresciano, ora la presenza delle polveri sottili torna a farsi sentire in modo più evidente, come dimostrano i rilievi delle centraline Arpa.
Sui quattro dispositivi di rilevamento presenti in provincia nessuno ha registrato valori al di sotto della soglia limite, ovvero 50 microgrammi per metro cubo.
Al Broletto le Pm10 hanno toccato quota 59, al Villaggio Sereno 61 e a Sarezzo 65,a Rezzato, invece ben 75 microgrammi e a Darfo il record con 83 mg/mc.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.