Cerveno, rientro a casa per Noemi Biancofiore

E' stata dimessa dall'ospedale la 61enne dipendente comunale aggredita nella notte tra il 6 e il 7 ottobre scorso nella sua abitazione da un collega 55enne.

(red.) Ha fatto rientro a casa Noemi Biancofiore Mondoni, la 61enne dipendente comunale di Cerveno (Brescia) aggredita nella sua abitazione nella notte tra sabato 6 e domenica 7 ottobre da Domenico Cappellini, l´operatore ecologico del comune, accusato di tentato omicidio. L’uomo è stato arrestato poche ore dopo l’aggressione e si trova in carcere a Canton Mombello.
Il 55enne stradino, sposato e padre di tre figli, è stato sentito dal gip e ha negato di essere l’autore dell’aggressione. Una versione che non ha convinto il giudice che ha convalidato la custodia cautelare in carcere.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.