Quantcast

Gobbia, ora le acque si tingono di rosso

Per circa 150 metri, tra Valle e Sarezzo, il torrente ha assunto una tinta innaturale. All'inizio dell'anno, era stata rilevata la presenza di schiuma. Preoccupati i residenti.

(red.) Dopo la schiuma bianca, il torrente Gobbia si tinge di rosso.
Questa volta la strana colorazione  è stata notata nella giornata di venerdì 12 ottobre, negli ultimi 150metri, da Valle fino alla frazione Termini di Sarezzo.
Subito si è levata la voce dei residenti, che, preoccupati per lo stato di salute del torrente, hanno contattato l’Arpa. Una delle ultime analisi  era stata a fine luglio 2012, quando, a causa di un incendio in una galvanica, le sostanze usate dai vigili del fuoco e il materiale fuoriuscito da un’azienda, si erano riversati nel Gobbia.
Ora, la nuova colorazione crea sconcerto. Non ci sono ancora le analisi, ma il timore, o meglio, la certezza, è che, come già successo in passato, la causa siano i versamenti di inquinanti da parte delle aziende della zona, nonostante il monitoraggio fatto con appositi strumenti dalle amministrazioni di Lumezzane e Sarezzo.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.