Quantcast

Sovrappasso, i lavori riprendono in via Rose

I cantieri erano bloccati dallo scorso maggio per presunte irregolarità di tipo ambientale. Ora una relazione dei periti ha tranquiullizzato la Procura di Brescia.

(red.) Possono riprendere i lavori per il sovrappasso di via Rose, a Brescia. Il cantiere, che era stato bloccato nel maggio scorso per presunte irregolarità di tipo ambientale, è stato infatti dissequestrato dalla Procura nella giornata di mercoledì, anche in base a quanto affermato dalla relazione dei periti, che avevano il compito di accertare la presenza o meno di inquinanti (pcb e diossina) nel cantiere di circa 60mila metri quadrati.
Dall’esame dei valori riscontrati dei certificati analitici, spiegano i tecnici che hanno depositato lo scorso 4 ottobre la documentazione, è emerso che tutti i parametri di tutti i campioni prelevati presso il cantiere rientrano nei limiti. Nei mesi scorsi anche l’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente aveva effettuato analisi che avevano rilevato bassa presenza di inquinanti.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.