Quantcast

Piazza Duomo pedonale, ecco chi può passare

Dall'8 ottobre l’accesso da via Cardinal Querini sarà consentito esclusivamente ad alcune categorie di veicoli, tra cui i residenti in piazza Paolo VI e limitrofe.

(red.) Da lunedì 8 ottobre piazza Paolo VI diventa pedonale. L’accesso alla piazza da via Cardinal Querini sarà consentito esclusivamente ad alcune categorie di veicoli, tra cui i residenti in piazza Paolo VI e limitrofe, i titolari di passo carraio, vetture con contrassegno disabili e Forze dell’ordine.
Sarà invece vietato l’accesso a tutte le automobili private (compresi titolari di permesso R e CS). Si specifica inoltre che l’accesso è da considerarsi vietato anche per ciclomotori e motocicli e che ai trasgressori sarà comminata la sanzione amministrativa prevista dal Codice della Strada. Ecco nel dettaglio i veicoli ammessi e non ammessi al transito:
VEICOLI AMMESSI: Taxi e veicoli a noleggio con conducente; veicoli Forze di Polizia con insegne, veicoli di pronto intervento e di soccorso sanitario; veicoli muniti di contrassegno disabili; biciclette; fornitori degli esercizi commerciali per carico e scarico merci (solo dalle 6:30 alle 10:00); veicoli per attività di carico/scarico (per un massimo di 15 min) da parte dei residenti e dei commercianti/esercenti presenti, oppure con accesso autorizzato nei passi carrai, in piazza Paolo Vi, via Beccaria, vicolo S.Agostino, via G.Bevilacqua (per beneficiare di tale facoltà deve essere specificamente fatta richiesta con indicazione della targa al settore Mobilità e traffico); veicoli della Prefettura e dell’amministrazione provinciale esplicitamente autorizzati all’accesso al cortile di palazzo Broletto.
VEICOLI NON AMMESSI: tutti gli altri veicoli, compresi residenti in Ztl (permesso R salvo per accesso ai passi carrai in piazza Paolo VI) e titolari di altri permessi (RP, OE, PS, salvo per accesso ai passi carrai in piazza Paolo VI, OM, CS, T); motocicli e ciclomotori; veicoli di enti pubblici e gestori pubblici servizi (es. Comune, Provincia, A2a, Telecom); veicoli elettrici, ibridi, a metano; veicoli car sharing.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.