Quantcast

Capriano, un referendum sul deposito di gas

Lo ha promosso il Comitato civico salute e ambiente che si batte contro la realizzazione dell'impianto di stoccaggio in un territorio a rischio sismico.

(red.) Un referendum sul deposito di metano a Capriano del Colle (Brescia). L’annuncio è stato dato da Salvatore Fierro, presidente del Comitato civico salute e ambiente che ha promosso l’iniziativa.
Il Comitato si è attivato contro l‘ipotesi di stoccaggio del gas naturale nel paese del Bresciano e ha indetto diverse assemblee pubbliche per far conoscere il problema e gli eventuali rischi connessi al progetto di Edison di conversione del campo di produzione del gas in campo di stoccaggio nell’area compresa tra Capriano, Dello e Bagnolo Mella.
Oltre a ciò della vicenda si sta occupando anche la politica con l’azione di tre consiglieri regionali dell’Italia dei valori, Francesco Patitucci, Gabriele Sola e Stefano Zamponi che, in questi giorni, hanno presentato al governatore lombardo Roberto Formigoni, un’interrogazione con risposta avente per oggetto “Criticità legate al progetto di stoccaggio gas in provincia di Brescia”. In particolare, nel documento, si insite sul pericolo sismico connesso all’impianto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.