Quantcast

Formigoni: “Mappe sismiche inadeguate”

Secondo il presidente della Regione qualcosa è cambiato, dato che i terremoti sono avvenuti in zone ritenute prive di rischio. "Il governo cosa vuole fare?"

Più informazioni su

(red.) “La situazione sismica dell’Italia è mutata. I terremoti sono avvenuti in zone che fino a ieri gli esperti ritenevano prive di rischio sismico. Il mio invito al governo è di provvedere urgentemente a ricerche ad ampio raggio, per riscrivere la carta sismica dell’Italia”. E’ questa la richiesta rivolta dal presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni al governo nazionale.
“Le mappe sistemiche”, prosegue Formigoni, “si stanno rilevando inadeguate:  è chiaro che sotto l’Italia è cambiato qualcosa. Dobbiamo conoscere esattamente cosa sta cambiando e qual è il pericolo che abbiamo davanti”. Il presidente chiede che sia aperto un confronto con il Governo, per capire cosa sia necessario fare: “Il Governo ci convochi: Regione Lombardia e le altre Regioni sono pronte a fare la loro parte”.
Prosegue, intanto, il sostegno del Pirellone alle popolazioni colpite dal sisma, chiaramente percepito anche in provincia di Brescia: “Abbiamo già stanziato, prima di qualsiasi decisione del governo, 43 milioni di euro per i terremotati della provincia di Mantova:questi fondi saranno diretti soprattutto alla filiera produttiva, per permettere la ripresa delle attività economiche. E’ chiaro che c’è un problema anche per quanto riguarda le abitazioni, per le quali attendiamo di capire cosa intende fare il governo nazionale”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.