Quantcast

Pd, dalle circoscrizioni il “sì” a Del Bono

Pronto un appello. "Serve un solo nome che per i risultati sin qui ottenuti, individuiamo nell’attuale capogruppo in Loggia Emilio Del Bono", dicono i firmatari.

(red.) Un appello di 27 consiglieri circoscrizionali del Pd (su 34 eletti) in vista di un percorso per individuare il candidato sindaco alle elezioni comunali del 2013, inviato al segretario cittadino e al presidente dell’assemblea.
“Riteniamo che è tempo”, si legge, “di coinvolgere le forze politiche, sociali, civiche e di tutela ambientale desiderose di mandare a casa Paroli e la sua squadra di assessori dalle modeste capacità amministrative. In tutto ciò la ricerca del maggior consenso possibile non può prescindere da una rigorosa scala di priorità che preveda prima un accordo sul programma, poi sulle alleanze e infine sulle primarie”.
Secondo i firmatari “alle primarie di coalizione si potrà arrivare solo partendo da un confronto programmatico che definisca l’area della coalizione e decida, in accordo con tutti, le modalità di scelta del candidato sindaco. In ogni caso riteniamo essenziale che il Pd si sforzi di esprimere un solo candidato”.
Chi? “Per il lavoro svolto e per i risultati sin qui ottenuti, individuiamo nell’attuale capogruppo in Loggia Emilio Del Bono, la persona che con fermezza dialogante è stata capace di determinare in ogni livello istituzionale e nella società civile bresciana un’autorevole alternativa al centrodestra. Da questo riconoscimento scaturisce questa nostra adesione personale all’appello che  ci impegna sin da ora a un serrato confronto nei gruppi e nei direttivi, nell’intento di far nascere iniziative capillari per spiegare alla città il disegno di ‘un’altra Brescia’ che il Partito Democratico cittadino offrirà al giudizio degli elettori nella primavera del 2013″.

Appello Consiglieri circoscrizione PD

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.