Quantcast

Rolfi: “Stazione più sicura, lo dicono i dati”

Undici agenti in servizio ogni giorno. Nelle prossime settimane il sistema di videosorveglianza della zona verrà implementato con nuove videocamere.

Più informazioni su

il vicesindaco di Brescia intervistato dalla stampa(d.s.) Un aumento significativo degli arresti per attività illecite ed un incremento generale della sicurezza nell’area limitrofa alla stazione. E’ soddisfatto il vicesindaco ed assessore alla Sicurezza Fabio Rolfi nel presentare i risultati di quattro anni di lavoro “per migliorare la vivibilità dell’area circostante la stazione ferroviaria”.
“In questi quattro anni, come dimostrano i dati”, ha sottolineato Rolfi, “abbiamo intensificato i controlli in stazione, facendo registrare incrementi significativi nel numero di arresti e contrastando in modo concreto le attività illecite: tutto questo grazie al lavoro degli agenti della polizia Locale e all’azione politica dell’amministrazione che ha mantenuto l’impegno preso in campagna elettorale”.
E non solo: “Abbiamo puntato principalmente sul contrasto allo spaccio di stupefacenti, sul quello al fenomeno dell’abusivismo commerciale e sulla riduzione della microcriminalità, anche attraverso la demolizione di immobili sfitti”, ha proseguito l’assessore, consapevole, tuttavia, che la situazione deve migliorare ancora soprattutto dal punto di vista della percezione della sicurezza. Proprio per questo motivo, nelle prossime settimane il sistema di videosorveglianza della zona verrà implementato con videocamere che saranno installate all’interno della stazione ferroviaria.
Tra gli interventi più significativi dal punto di vista strutturale è stata ricordata la sistemazione, nel 2009, degli spazi che ospitano il distaccamento in stazione della polizia Locale: da allora un agente è sempre presente nell’infopoint della stazione.
Rolfi ha sottolineato che rispetto alla precedente amministrazione le pattuglie che operano in stazione sono state raddoppiate: oggi vi sono due pattuglie al mattino, due al pomeriggio e a giorni alterni una pattuglia fino alle 22, per un totale di 11 agenti in servizio ogni giorno. Ogni settimana, inoltre, dal giovedì alla domenica dalle 19 all’1, a turno, polizia Locale, carabinieri, polizia di Stato e guardia di Finanza svolgono un controllo straordinario al fine di garantire la massima sicurezza.
Dal punto di vista numerico l’operazione Quiet station ha portato ad interventi mensili costanti (18 nel 2010 e 28 nel 2011) da parte della polizia Commerciale, che ha effettuato 300 accertamenti per un totale di 337 sanzioni amministrative, sette chiusure di locali e 24 provvedimenti restrittivi.
Negli ultimi quattro anni, infine, il nucleo di polizia Giudiziaria ha effettuato in stazione 114 arresti per spaccio, rissa, rapina o violenza a persone, identificando 4mila persone ed effettuando otto denunce legate al fenomeno delle baby gang nell’area del centro commerciale Freccia Rossa.
Ultimi, in ordine cronologico, infine, quattro arresti: in manette sono finiti un’italiana di 23 anni e un 25enne tunisino per spaccio, e due tunisini di 21 e 24 anni per rissa.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.