Quantcast

Quattro vite spezzate: ecco chi sono le vittime

Francesca Alleruzzo, 45 anni, Vito Macadino, 52 anni, Chiara Matalone e Domenico Tortorici, entrambi di 19 anni, sono stati freddati dalla furia omicida di Mario Albanese.

(red.) Una donna di 45 anni, madre di quattro figli, un uomo di 52 e due ragazzi entrambi di 19 anni. Le quattro vittime della strage di via Raffaello, a San Polo, hanno un nome.
L’ex moglie di Mario Albanese, il camionista di 34 anni che ha compiuto il folle gesto, si chiamava Francesca Alleruzzo, aveva 45 anni e faceva la maestra elementare. Nella notte tra sabato e domenica con lei in via Raffaello c’era Vito Macadino, 52 anni, con il quale si frequentava da un po’: anche lui è stato freddato dalla furia omicida di Albanese.
Le altre due vittime sono Chiara Matalone, 19 anni, che Francesca aveva avuto da una precedente relazione e il suo fidanzatino Domenico Tortorici, pure di 19 anni. I due ragazzi vivevano a Reggio Calabria ma si trovavano a Brescia di passaggio per far vista alla famiglia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.