Bike sharing,”grazie a noi Brescia è prima”

Il vicesindaco Fabio Rolfi commenta così i dati di Euromobility che pongono la città in alto nella mobilità ciclabile: "Risposta diretta e reale alle critiche di alcuni".

(red.) I dati elaborati e pubblicati da Euromobility parlano molto bene della città di Brescia, ponendola infatti al primo posto tra le città italiane nell’utilizzo del bike sharing. “L’analisi”, spiega una nota di Palazzo Loggia firmato dal vicesindaco Fabio Rolfi, “rappresenta il risultato delle politiche adottate da quest’amministrazione comunale che hanno portato ad ottimi riscontri grazie ad un investimento progettuale oltre che economico importante mirato allo sviluppo della mobilità ciclabile”.
Secondo Rolfi Il bike sharing cittadino è il sistema migliore d’Italia e col più alto numero di abbonati rispetto ai residenti, “per altro in continua crescita, che stiamo allargando sempre più anche nella prima periferia. I dati evidenziano, inoltre, il buono stato di Brescia in termini di piste ciclabili collocando la Leonessa al sesto posto nella classifica nazionale. Questa è una concreta risposta alle polemiche sollevate da alcune forze politiche e da Comitati ambientalisti in merito alla nostra infrastruttura ciclabile”.
Una risposta diretta e reale”, ha concluso, “a cui vanno aggiunte le due piste ciclabili in fase di ultimazione (inserite nel piano della mobilità ciclabile approvato da questa amministrazione per il quale sono stati stanziati 2 milioni di euro). Con orgoglio posso affermare che grazie all’attuale amministrazione, Brescia si è elevata tra le città all’avanguardia per quanto riguarda la mobilità sostenibile, anche tra le realtà europee”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.