Via Odorici, conclusa la prima tranche di lavori

In tre mesi contro i cinque previsti dal crono programma è stata sistemata la pavimentazione. Recuperato anche il lavatoio settecentesco. A breve partirà la fase due.

Più informazioni su

(p.f.) Via Odorici atto primo. Si è conclusa in tempi record la prima parte della riqualificazione di via Odorici, tre mesi contro i cinque previsti dal crono programma.
Seicentomila euro il costo complessivo: 400mila euro per i lavori più gli oneri per la sicurezza, 200mila il costo delle reti tecnologiche e oneri vari. I lavori hanno riguardato in primis la pavimentazione. Via il vecchio asfalto, ora la superficie carrabile è per la maggior parte coperta da cubetti di porfido, mentre per i percorsi pedonali e per la piazzetta della fontana-lavatoio (all’incrocio con Contrada del Carmine) sono state utilizzate delle lastre di pietra.
Tecnicamente, porfido e lastre dovrebbero garantire un facile drenaggio dell’acqua piovana, oltre che durevolezza e facile manutenzione per gli anni a venire. Sempre nei lavori è compreso il recupero del lavatoio settecentesco, che nei mesi estivi funzionerà come fontana. Ultimo tassello, porta-biciclette e illuminazione.
“Via Odorici”, ha spiegato l’assessore ai Lavori pubblici Mario Labolani, “era una strada abbandonata. Il nostro progetto è di recuperare quest’asse viario che è parte di un’area carica di importanti funzioni pubbliche e di interesse collettivo, dal centro diurno per gli anziani all’università”.
La seconda fase della riqualificazione riguarderà invece il giardino, sul retro del cinema Eden, dove entro giugno sorgerà un polo dedicato ai bambini, per una spesa complessiva di 700mila euro. “L’unico cruccio”, ha aggiunto Labolani, “è di non poter recuperare il bunker anti-aereo, che sarà solo messo in sicurezza. La nostra idea era di creare una zona espositiva all’interno del bunker, ma per questioni di bilancio dovremo rimandare questo intervento”.
Dal presidente della circoscrizione Centro Flavio Bonardi, l’apprezzamento per i lavori: “I lavori fatti e quelli che sono già in cantiere rispondono alle esigenze dei cittadini, che da anni chiedevano un intervento di riqualificazione della zona”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.