Quantcast

Info Point in stazione: 500 contatti in un mese

E’ appena stata inaugurato, ma i numeri sono già interessanti. Arcai: "Importante riferimento per capire i flussi turistici a Brescia". Alta la presenza di visitatori inglesi.

Più informazioni su

(p.f.) E’ appena stata inaugurato, ma i numeri sono già interessanti. Il nuovo Info Point della stazione, aperto il 15 ottobre, conta 500 contatti, per la maggior parte turisti inglesi.
Il nuovo sportello è solo l’ultimo degli interventi fatti dall’amministrazione per riqualificare la stazione. “Prima Bici Mia”, spiega il vicesindaco Fabio Rolfi, “poi il distaccamento di polizia Locale e la sala civica, ora l’Info Point. Sono tutte azioni di riqualificazione, che possono migliorare la qualità della stazione”.
L’Info Point, in cui lavorano quattro neo-assunti plurilingue, è aperto dal lunedì al sabato dalle 9,30 alle 18,30, e la domenica dalle 10 alle 18. Secondo Massimo Ghidelli direttore dell’Info Point di Largo Formentone “il nuovo punto porta Brescia a livello di altre città europee. Chi arriva in treno, infatti, ha bisogno di un punto di riferimento, per capire come muoversi in città e cosa visitare”.
L’esigenza di avere un nuovo Info Point era nata infatti proprio per snellire il lavoro del distaccamento della polizia Locale, invaso ogni giorno da turisti bisognosi di informazioni. “Gli Info Point”, commenta l’assessore alla Cultura, Andrea Arcai, “sono inoltre un importante riferimento per capire i flussi turistici a Brescia”. Per sapere com’è andata la stagione turistica bresciana c’è da attendere la fine dell’anno; per ora, è però disponibile il dato di ottobre relativo all’Info Point di Largo Formentone, che ha ricevuto 8mila contatti.
“Un dato significativo”, commenta Daniela Scaini, responsabile del servizio Turismo del Comune , “giustificato dal recente riconoscimento dell’Unesco, che attira soprattutto residenti bresciani o della provincia”. E a proposito di Unesco, su richiesta della Soprintendenza lombarda, all’Info Point della stazione sarà distribuito materiale informativo su tutti i siti Unesco della provincia, da Santa Giulia alla Val Camonica. “Una richiesta”, conclude Arcai, “che testimonia che anche per la Soprintendenza il nuovo Info Point è strategico per incentivare il turismo nella nostra provincia”.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.