Quantcast

Pd: “Raccolta firme per salvare il centro”

I consiglieri di opposizione chiederanno ai cittadini se sono favorevoli al Cubo bianco e al parcheggio sotto il Castello di Brescia. Sabato un banchetto.

Pd: "Raccolta firme su Cubo bianco e parcheggio sotto il Castello"(v.p.) Un’azione popolare per fermare due progetti urbanistici che la giunta di centrodestra di Brescia intende realizzare nel centro storico: il Cubo bianco e il parcheggio sotto al Castello. Il Partito Democratico è sceso nuovamente in campo contro le due strutture presenti nel nuovo Pgt cittadino. Da sabato, infatti, inizierà una raccolta firme per bloccare le intenzioni dell’amministrazione comunale. Il primo banchetto verrà allestito (dalle 16 alle 18) al parco Torri Gemelle di via Spalti San Marco. Prossimamente, inoltre, verranno organizzate proteste e dibattiti pubblici sempre su questi due temi.
“Buona parte dei cittadini la pensa come noi”, ha commentato il coordinatore del circolo Pd del centro storico, Fabio Negrini, “e ritiene il Cubo bianco e il parcheggio sotto il Castello due opere inutili e dispendiose. Un’aula studio potrebbe essere realizzata in palazzi già esistenti del comune, mentre il posteggio di Fossa Bagni è a 50 metri in linea d’aria dal luogo in cui dovrebbe nascere il nuovo punto di sosta. Che senso ha spendere 25 milioni per guadagnare 50 metri? E’ anche inesatto dire che il parcheggio si autofinanzierà. O meglio, se si autofinanzierà il parcheggio sotto il Castello, non si autofinanzieranno metrobus e parcheggio di Fossa Bagni”. Negrini ha poi aggiunto che in tutti i progetti importanti per il centro storico la circoscrizione è sempre stata scavalcata. “Solo una volta, grazie a un nostro ordine del giorno, abbiamo discusso del Cubo bianco e la maggioranza dei consigliere ha votato contro“.
“Il Pd cittadino”, ha detto il segretario Giorgio De Martin, “intende coinvolgere i bresciani su due temi estremamente importanti e assai costosi. Vogliamo inoltre ricordare alla maggioranza che noi non demordiamo e che continueremo questa battaglia dato che ci sono in campo una serie di questioni economiche e ambientali. Abbiamo anche aderito al comitato Rispettiamo il Cidneo.Vorrei inoltre ricordare a tutti le bugie che ha detto Mario Labolani, che dovrebbe avere il naso lungo dalla Loggia al parco del Pescheto. L’assessore quando ha smantellato la pensilina ha detto che sarebbe stata rimontata presto in un’altra zona della città. Ora invece sta arrugginendo in un magazzino generale”.
“Siamo contenti”, ha chiosato il capogruppo in Loggia del Pd, Emilio Del Bono, “che i cittadini non vogliano un obrobrio come il Cubo bianco in una zona del centro come questa. Attualmente, grazie a questa giunta comunale, largo Formentone è uno spazio urbano impresentabile. Come se non bastasse dove c’era la pensilina ci sono delle transenne che danno maggiormente idea di degrado. Labolani ha smontato un’opera senza avere un nuovo progetto”. Del Bono ha poi fatto una domanda all’assessore al Bilancio del comune di Brescia, Fausto Di Mezza: “L’assessore ci dica perchè continua a dire che bisogna alienare immobili comunali antichi e di pregio se poi la Loggia vuole costruire nuovi palazzi. E’ un mistero inspiegabile. Non varrebbe la pena valorizzare il patrimonio che già possediamo?”.
Giorgio De Martin sul Cubo bianco e il parcheggio in Castello

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.