Quantcast

Slow Wine Lombardia, i vini bresciani al top

E' arrivata la nona edizione della guida Slow Food. "Riassumendo in un slogan la filosofia della guida potremmo dire “meno marketing e più viticoltura”».

(red.) Slow Wine è giunta alla nona edizione e sempre di più si connota per il rigore nel segnalare e premiare esclusivamente vini e cantine che lavorano la vigna senza cercare scorciatoie. «Se dovessimo riassumere in uno slogan la filosofia della guida potremmo dire “meno marketing e più viticoltura”», raccontano i curatori Giancarlo Gariglio e Fabio Giavedoni. Slow Wine è l’unica guida a visitare ogni anno le quasi 2000 cantine recensite, grazie a un numero di collaboratori che ormai sfiora le 300 persone. Una mappatura del territorio che non ha pari e che permette di segnalare agli addetti ai lavori e ai semplici appassionati sempre nuove aziende e realtà enologiche.

Ma passiamo alla Lombardia: «Il quadro generale che emerge è la presenza di areali viticoli indipendenti, disconnessi tanto sul piano geografico e climatico, quanto su quello varietale e stilistico. Le pianure favorevoli che caratterizzano il Lugana si discostano dagli impervi terrazzamenti valtellinesi, così come il rigore tecnico che detta legge in Franciacorta è lontano dall’animo contadino radicato in alcune esperienze oltrepadane. Le diversità sono tali anche sul piano storico: assistiamo al consolidamento di zone in cui la viticoltura è radicata nei secoli, e al tempo stesso all’affermazione di zone di recente fondazione in cui il “fare vino” si inserisce in un quadro di innovazione e di maggiore libertà interpretativa. Questa Lombardia a noi piace. Ci piace navigare nella complessità, passare da un territorio e da un bicchiere all’altro».

 

Le Chiocciole 

Barone Pizzini Provaglio d’Iseo  BS

Cavalleri Erbusco  BS

Noventa Botticino  BS

Togni Rebaioli Darfo Boario Terme  BS

La Costa La Valletta Brianza  LC

Agnes Rovescala  PV

Andrea Picchioni Canneto Pavese  PV

Calatroni Montecalvo Versiggia  PV

Ar.Pe.Pe. Sondrio  SO

Dirupi Ponte in Valtellina  SO

Fay Teglio  SO

 

Le Bottiglie 

Ca’ del Bosco Erbusco  BS

Camossi Erbusco  BS

Castello Bonomi Coccaglio  BS

Corte Fusia Coccaglio  BS

Mosnel Passirano  BS

Ronco Calino Adro  BS

Bruno Verdi Canneto Pavese  PV


Le Monete 

La Rifra Desenzano del Garda  BS

Marangona Pozzolengo  BS

San Michele Capriano del Colle  BS

Fondo Bozzole Poggio Rusco  MN

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.