Sesvil, quando il lavoro diventa “un gioco da bambini”

Massimiliano Bergomi, ad di Sesvil e Direttore Scientifico di Sesvil University, ha ottenuto il prestigioso riconoscimento di Trained Facilitator per il metodo LEGO® SERIOUS PLAY® method and materials.

(red.) Sesvil, società bresciana specializzata in selezione, formazione, outplacement e consulenza Hr, è costantemente alla ricerca di metodologie originali e innovative per rispondere efficacemente alle necessità di una formazione esperienziale di qualità per le aziende.
Senza mai dimenticare l’obbiettivo ultimo di favorire un fruttuoso legame fra persone, scopo e performance.
Con questo orizzonte in mente l’AD e Direttore Scientifico di Sesvil University Massimiliano Bergomi (già Formatore Professionista iscritto al Registro AIF) ha ottenuto il prestigioso riconoscimento di Trained Facilitator per il metodo LEGO® SERIOUS PLAY®method and materials, un approccio che contempla l’impiego degli iconici mattoncini in una veste nuova e peculiare. Le costruzioni della omonima azienda di giocattoli danese hanno costituito una parte essenziale nell’infanzia di molti, mostrando sin dalla loro introduzione sul mercato una rivoluzione nel campo dell’espressione creativa.

Per questa ragione, agli inizi degli anni 2000 viene introdotta, dalla Business School IMD di Losanna in collaborazione con LEGO® Group, una strategia di facilitazione focalizzata sul conferire rinnovato valore ai momenti di inventiva, condivisione e apprendimento tipici della prima età, ma trasferiti in un ambiente adulto e professionale. Attraverso l’utilizzo dei mattoncini LEGO® è infatti possibile ottenere un risultato visibile e facilmente comprensibile, in grado di supportare piccoli gruppi di lavoro a riflettere ed elaborare su tematiche centrali o essenziali per il gruppo stesso e l’azienda che rappresentano, come ad esempio lo sviluppo di ruoli, il confronto fra funzioni aziendali diverse, la comunicazione interna, l’integrazione, startup di progetti e favorire l’espressione del massimo potenziale individuale. I benefici di un “pensiero in azione” sono ben riconosciuti: comprensione del contributo di ogni collega; fiducia nell’opportunità di un agire concreto e tangibile; impegno reciproco a collaborare in una comunione di intenti e valori condivisi.

Questa tecnica fonda sul “gioco” la propria essenza, ma sfruttandolo come un catalizzatore di processi superiori in cui pensiero, creatività e decisione si intersecano e contribuiscono a far emergere i contenuti dei singoli partecipanti. Contenuti troppo spesso oscurati da schemi e bias mentali, pratici nella quotidianità ma in grado di inibire grandemente il manifestarsi della creatività individuale. Perché questa è la caratteristica unica della metodologia LEGO® SERIOUS PLAY®, ovvero la capacità non tanto di essere un approccio di “formazione” quanto più di “facilitazione”: i partecipanti sono guidati dal Trained Facilitator a mettersi in gioco, collaborando per il manifestarsi di una ingegnosità collettiva e nel portare avanti l’espressione del proprio potenziale latente, sempre all’interno di un ambiente accogliente, democratico e rivolto allo sviluppo.

Stiamo parlando di un terreno in grado di ospitare una moltitudine di idee e concetti, così come di nodi e punti critici che il modello LEGO® SERIOUS PLAY® si prefigge di districare e risolvere, proprio grazie alle risorse e alle professionalità che i membri già possiedono. Da oggi anche Sesvil può annoverare, nella sua già ventennale esperienza, questa ricca e stimolante metodologia di crescita con workshop dedicati (della durata di una o due giornate) sotto la guida di Massimiliano Bergomi, che consentiranno alle aziende di affrontare sfide importanti e complesse con un pizzico di gioco e anche, perché no, di nostalgia.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.