Quantcast

Rovato, Pasta Zara: unanimità sull’accordo sindacale

Il pastificio ha messo sul tavolo tre possibilità per gli 81 addetti: incentivi all’esodo, ammortizzatori sociali o il trasferimento nello stabilimento di Riese, nel trevigiano.

Più informazioni su

(red.) E’ stata raggiunta una bozza d’intesa tra sindacati e azienda per cercare di gestire il futuro dei dei 75 lavoratori di Pasta Zara impiegati nello stabilimento di Rovato, nel bresciano. Al tavolo del 9 novembre la dirigenza del gruppo ha confermato lo stop alla produzione di pasta entro il 31 dicembre 2021 e ha messo sul piatto una serie di incentivi all’esodo, ammortizzatori sociali o il trasferimento nello stabilimento di Riese, nel trevigiano.

La bozza di intesa, presentata giovedì 11 novembre, è stata sottoposta ai dipendenti durante l’assemblea e l’accordo è passato all’unanimità. Tre le strade percorribili: la proroga dell’accordo per l’incentivo all’esodo, esteso fino al 31 dicembre (risoluzione consensuale, con buonuscita economica); la richiesta di un ulteriore anno di cassa integrazione per cessata attività; in ultimo, la possibilità per i lavoratori, di trasferirsi trasferirsi da Rovato a Riese Pio X, in provincia di Treviso, dove ha sede la “casa madre” del pastificio.
Al momento non ci sono offerte per rilevare lo stabilimento o proposte di reindustrializzazione.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.