Quantcast

Nel Parco del Monte Netto nasce Riversa, birra bresciana

(red.) Un edificio del ‘900 ristrutturato e adibito a birrificio nel cuore di un’area naturale protetta, materie prime selezionate secondo elevati standard qualitativi, ricette elaborate dal Mastro Birraio Francesco Chiappi, macchinari all’avanguardia. È questa la formula con cui nascono le birre Riversa, il brand di Barrel srl, frutto del lavoro della squadra guidata dall’imprenditore bresciano Alberto Romano.

“Il progetto – racconta Romano – nasce dalla volontà di far rivivere un vecchio birrificio, di cui ho acquisito la proprietà, nel cuore del Parco del Monte Netto di Capriano del Colle, con l’obiettivo di produrre in modo artigianale birre ispirate agli stili che hanno fatto la storia della tradizione brassicola europea, in particolare tedesca, belga e inglese, secondo elevati standard qualitativi”.

Circondato da 3.000 metri quadrati di giardino, il birrificio si trova in una località suggestiva, in località Cascina Torrazza a Capriano del Colle, a poca distanza dal Bosco delle Colombaie, uno dei querceti più antichi d’Italia nonché fiore all’occhiello del Parco del Monte Netto, area naturale protetta. “Il birrificio – racconta Romano – è dotato di un pozzo, profondo 134 metri, da cui attingiamo l’acqua per la produzione delle birre, dopo averla sottoposta ad un processo di scomposizione e ricomposizione per ottenere l’acqua tipica dello stile che si vuol ricreare”.

L’elaborazione delle ricette, che vengono prodotte in loco, è affidata al Mastro Birraio Francesco Chiappi, classe 1989, laureato in Scienze e tecnologie brassicole alla Weihenstephan Brauschule di Fresing in Germania, con un curriculum ricco di esperienze lavorative in prestigiosi birrifici tra Germania, Belgio, Austria, Stati Uniti ed Italia.

L’attività è partita nelle scorse settimane con una produzione prevista per il primo anno di 600.000 bottiglie. Si inizia con cinque tipologie di birre, frutto di un’attenta selezione degli stili classici più amati, realizzate con materie prime selezionate tra i migliori produttori a livello mondiale. Si va dal gusto pulito, frizzante e fresco delle Pils a quello rinfrescante e leggero delle Blanche e delle Blonde Ale, passando per il gusto deciso e corposo delle Doppelbock fino a quello più forte della Pale Ale.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.