Quantcast

Economia circolare, a Brescia oltre 400mila euro

Sono sei le aziende bresciane cui sono stati assegnati i fondi messi a disposizione dal Pirellone per il ricircolo dei materiali e residui produttivi in un'ottica green.

Più informazioni su

(red.) Sono sei le aziende bresciane che beneficiano dei contributi erogati dal bando regionale sull’economia circolare che “premia”, con  3,5 milioni di contributi, complessivamente 50 aziende lombarde al ‘Bando di sostegno alle MPMI per l’innovazione delle filiere di Economia circolare in Lombardia – Edizione 2021’, realizzato in collaborazione con Unioncamere Lombardia e con le Camere di Commercio lombarde nell’ambito dell’Accordo per lo sviluppo economico e la competitività sottoscritto con il Sistema camerale lombardo.

Il contributo assegnato alle imprese bresciane ammonta a 406.930 di euro.
Il bando ha voluto promuovere e riqualificare le filiere lombarde, la loro innovazione e il riposizionamento competitivo di interi comparti rispetto ai mercati in ottica di economia circolare, rendendo possibile la simbiosi industriale, anche ai fini della ripresa economica post Covid-19.

Hanno partecipato micro, piccole e medie imprese lombarde anche in forma aggregata. Con questi contributi si potranno sostenere progetti per il riuso e l’utilizzo di materiali riciclati, di prodotti e sottoprodotti o residui derivanti dai cicli produttivi in alternativa alle materie prime vergini e la riduzione della produzione di rifiuti, Eco-design con metodologia Life Cycle Thinking.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.