Quantcast

Lonati, imballi più green con Grifal

Partnership tra la azienda di San Polo, leader mondiale nelle macchine da calze, con l'azienda bergamasca che produce imballi di cartone a ridotte emissioni di C02.

Più informazioni su

(red.) Il Gruppo Grifal dimezza la CO2 annua del packaging della azienda bresciana Lonati Spa, leader mondiale nelle macchine da calze.

Le macchine, esportate in oltre 70 paesi dal leader mondiale nel settore meccano tessile, emetteranno il 41% in meno di anidride carbonica grazie all’impiego, al posto del legno, di nuovi imballi realizzati con il cartone ondulato cArtù® del Gruppo Grifal.

Un solo contenitore in legno da 102 kg comporta, infatti, l’emissione di 39 kg di CO2, mentre un imballo realizzato con cArtù® riesce a dimezzare l’impatto ambientale fermandosi a 17,3 Kg di CO2: passando quindi, grazie alla sostituzione del packaging, da un totale annuo di 312.000 di anidride carbonica immessa nell’ambiente a circa 138.400 kg.

“Le nostre macchine sono realizzate con componenti meccanici ed elettronici molto delicati e per questo vanno protette da urti e vibrazioni durante il trasporto che avviene il più delle volte all’interno di container via nave in oltre 70 paesi al mondo”- spiega Piero Marenda, Responsabile Acquisti di Lonati e Santoni spa – “L’utilizzo degli imballaggi con il cartone ondulato cArtù® Grifal che prevede un accordo triennale con un fatturato di 500k per il primo anno, ci aiuta non solo ad essere sostenibili sotto il profilo ambientale, ma ci consente anche un risparmio del 30% sui costi”.

L’imballaggio cArtù® creando onde alte da 10 a 20 millimetri e utilizzando una quantità inferiore di materia prima, è in grado di rispondere a tutte le esigenze di protezione, bloccaggio, riempimento e avvolgimento dei prodotti rispetto al cartone tradizionale. Inoltre, gli imballi realizzati con questa tecnologia brevettata, certificati dalla International Safe Transit Association (Ista), sono in carta riciclata e riciclabile, seguendo i canoni dell’economia circolare. 

“Siamo orgogliosi di affiancarci a un partner così prestigioso come Lonati nella lotta alla salvaguardia dell’ambiente. Uno dei nostri obbiettivi più importanti è quello di riuscire a ridurre le emissioni nette di gas serra del 55% entro il 2030 per raggiungere la neutralità climatica entro il 2050, come richiesto dall’Europa: una sfida che abbiamo intenzione di vincere” – afferma Fabio Gritti, CEO Grifal Group.

 

 

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.