Quantcast

Risultati in crescita per Cembre: nel primo semestre fatturato a +30,8%

Più informazioni su

(red.) Il Consiglio di Amministrazione di Cembre S.p.A., Società quotata nel segmento STAR di Borsa Italiana, tra i primi produttori europei di connettori elettrici e di utensili per la loro installazione, riunitosi oggi a Brescia sotto la guida del Presidente ed Amministratore Delegato Ing. Giovanni Rosani, ha approvato la Relazione relativa al primo semestre del 2021.

Nel primo semestre 2021 il Gruppo ha evidenziato ricavi delle vendite consolidati pari a 84,5 milioni di euro, in crescita del 30,8% rispetto ai 64,7 milioni di euro del primo semestre 2020; i ricavi sono cresciuti del 10,0% anche rispetto a quelli registrati nel primo semestre 2019.

Le vendite semestrali del Gruppo in Italia, pari a 36,4 milioni di euro, sono aumentate del 43,2%, mentre quelle estere, pari a 48,2 milioni di euro, sono salite del 22,7%. Nei primi sei mesi dell’anno i ricavi delle vendite sono stati realizzati per il 43,0% in Italia (39,3% nel primo semestre 2020), per il 46,8% nella restante parte dell’Europa (47,0% nel primo semestre 2020) e per il 10,2% fuori dal continente europeo (13,7% nel primo semestre 2020).

Il risultato operativo lordo consolidato (EBITDA) del primo semestre 2021, pari a 25,2 milioni di euro, corrispondenti al 29,8% dei ricavi delle vendite, è aumentato del 61,9% rispetto a quello del primo semestre 2020, pari a 15,6 milioni di euro, corrispondenti al 24,1% dei ricavi delle vendite. Tale risultato risulta in crescita del 20,6% anche rispetto al primo semestre 2019.

In crescita, nel semestre, l’incidenza del costo del venduto mentre sono in diminuzione sia l’incidenza del costo per servizi, sia l’incidenza del costo del personale, cresciuti in termini assoluti ma in proporzione inferiore all’aumento del fatturato. Il numero medio dei lavoratori impiegati dal Gruppo nel periodo è passato da 755 a 774 unità.

Il risultato operativo consolidato (EBIT) dei primi sei mesi del 2021, pari a 19,6 milioni di euro, corrispondenti ad un margine del 23,2% sui ricavi delle vendite, è cresciuto del 92,1%, rispetto ai 10,2 milioni di euro dei primi sei mesi dello scorso esercizio, pari al 15,8% dei ricavi. Tale risultato risulta in crescita del 21,2% anche rispetto al primo semestre 2019.

L’utile consolidato ante imposte, pari a 19,7 milioni di euro, corrispondente al 23,3% delle vendite, è in crescita del 92,9% rispetto a quello del primo semestre 2020, pari a 10,2 milioni di euro e corrispondente al 15,8% delle vendite. Tale risultato risulta in crescita del 22,7% anche rispetto al primo semestre 2019.

L’utile netto di periodo ha raggiunto i 14,7 milioni di euro, in aumento del 92,8%, rispetto ai 7,6 milioni di euro dello stesso periodo dello scorso anno. L’incidenza percentuale dell’utile netto sul fatturato rappresenta quindi il 17,3% delle vendite, contro l’11,8% del primo semestre 2020. L’utile netto risulta in crescita del 18,4% anche rispetto a quello del primo semestre 2019.

La posizione finanziaria netta consolidata, passata da un saldo positivo di 8,4 milioni di euro al 31 dicembre 2020 ad un valore positivo di 1,3 milioni di euro al 30 giugno 2021, sconta gli effetti del pagamento di dividendi per 15 milioni di euro da parte della Capogruppo e investimenti in immobilizzazioni per 5,3 milioni di euro. Al 30 giugno 2020, la posizione finanziaria netta era negativa per 4,7 milioni di euro.

Gli investimenti effettuati nel periodo ammontano a 5,3 milioni di euro, principalmente in impianti e macchinari, a fronte di investimenti nello stesso periodo del 2020 pari a 3,5 milioni di euro.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.