Quantcast

Comincia in Confindustria il quadriennio di Gussalli Beretta

Con il nuovo presidente una squadra composta da Fabio Astori, Francesco Franceschetti, Mario Gnutti, Silvia Mangiavini, Paolo Streparava, Elisa Torchiani, Stefania Triva e Roberto Zini.

(red.) Si è tenuta lunedì pomeriggio, in modalità online, l’assemblea generale privata 2021 di Confindustria Brescia. Durante l’appuntamento, l’assemblea dei soci ha eletto Franco Gussalli Beretta (Fabbrica d’Armi Pietro Beretta spa) – designato dal Consiglio generale lo scorso 8 aprile – come nuovo presidente dell’associazione per il quadriennio 2021-2025. L’imprenditore bresciano succede nel ruolo a Giuseppe Pasini.
Insieme con il nuovo presidente è stata eletta anche la squadra di presidenza, composta da: Fabio Astori (Luxor spa, delega a Transizione Ecologica e Sicurezza), Francesco Franceschetti (Marfran srl, Zone e Settori), Mario Gnutti (Gnutti Carlo spa, Internazionalizzazione), Silvia Mangiavini (Raffineria Metalli Guizzi spa, Legalità e Bilancio di Sostenibilità), Paolo Streparava (Streparava spa, Credito, Finanza, Fisco), Elisa Torchiani (Torchiani srl, Capitale Umano), Stefania Triva (Copan spa, Innovazione e Sviluppo Digitale) e Roberto Zini (Farco Group srl, Relazioni Industriali e Welfare). Inoltre, Marco Capitanio si occuperà della Piccola Impresa e Anna Tripoli dei Giovani.

Franco Gussalli Beretta

“Il Piano triennale”, ha sottolineato tra l’altro Gussalli Beretta nel suo intervento, “sarà caratterizzato da tre assi di lavoro progettuale: sviluppo del capitale umano, innovazione e sviluppo digitale, sostenibilità delle imprese all’interno del progetto di transizione ecologica del Paese. Queste tre aree progettuali richiedono una forte spinta operativa ed una serie di azioni trasversali che vanno progettate ed attuate in modo coordinato. A tale determinante compito saranno quindi dedicate tutte le vicepresidenze e le risorse dell’associazione che a loro fanno capo, operando con spirito di squadra. Tali obiettivi dovranno sempre avere al centro il vero investimento dell’associazione su una nuova prosperità, basata sui nuovi paradigmi del sistema economico: investimento sulle giovani generazioni, coesione sociale,  staffetta generazionale, ruolo delle donne, sviluppo digitale”.

Giuseppe Pasini, Franco Gussalli Beretta

Nel corso dei lavori è stato approvato il bilancio 2020 di Confindustria Brescia: l’esercizio si chiude con proventi a 9,37 milioni di euro (-8,1% rispetto al 2019, quando si attestarono a 10,2 mln) e un avanzo di gestione pari a 341mila euro, in equilibrio con quanto segnato nel 2019 (344mila euro).
Nonostante l’impatto del Covid-19, la dinamica associativa si conferma in sostanziale tenuta rispetto a quanto registrato nel precedente esercizio: le aziende associate al 31 dicembre 2020 sono pari a 1.274 (1.290 nel 2019), con un numero complessivo di 62.617 dipendenti (63.778 nel 2019).
A conclusione dei lavori assembleari, si è tenuto un intervento di Andreas Struengmann, azionista di riferimento di BioNTech, concentrato in particolare sull’importanza del capitale umano e dell’innovazione.

Giuseppe Pasini, Franco Gussalli Beretta.

I presidenti di Confindustria Brescia dal 1947
1947-1954 Pasotti Mario
1954-1963 Beretta Pier Giuseppe
1963-1971 Francesco Wuhrer
1971-1974 Giuseppe Tassara
1974-1978 Francesco Carpani Glisenti
1983-1985 Francesco Carpani Glisenti
1978-1983 Luigi Lucchini
1985-1989 Giovanni Dalla Bona
1989-1993 Gianfranco Nocivelli
1993-1997 Eugenio Bodini
1997-2001 Ugo Gussalli Beretta
2001-2005 Aldo Bonomi
2005-2009 Franco Tamburini
2009-2013 Giancarlo Dallera
2013-2017 Marco Bonometti
2017-2021 Giuseppe Pasini
2021- Franco Gussalli Beretta

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.