Camiceria d’alta gamma: a Giemme il brand Robert Friedman

La produzione e la commercializzazione del brand, sarà affidata a Giemme a partire dalla stagione Primavera Estate 2021.

(red.) Giemme BrandsCorporate S.p.A., con sede a Pontevico, in provincia di Brescia, è decisa a investire, anche in un momento così delicato per il settore moda, puntando a diventare il primo polo italiano della camicia d’alta gamma e ha siglato un accordo di licenza con la famiglia Martini, proprietaria di Robert Friedman.
Robert Friedman – marchio di camiceria uomo e donna dall’anima artigianale made in Italy e molto apprezzato dal mercato estero – va a completare l’offerta del Gruppo, a cui fanno già capo i brand Caliban, Tintoria Mattei 954, Le Sarte Pettegole, Guglielminotti, DNL e New England Trademark.

“Il periodo che stiamo affrontando ha messo in forte difficoltà il nostro settore – afferma Giovanni Cattina, CEO Giemme BrandsCorporate – ma credo sia importante ripartire dalla nostra expertise e dall’eccellenza del Made in Italy. Robert Friedman è un marchio con un posizionamento ben profilato e conosciuto nel mercato estero, che cercheremo di intensificare fin dal lancio della prossima collezione”. La produzione e la commercializzazione del brand, sarà affidata a Giemme a partire dalla stagione Primavera Estate 2021.
Il brand Robert Friedman, che ha chiuso il 2019 con un fatturato di 5 milioni di euro e conferma il trend di crescita rispetto al 2018 con percentuale a doppia cifra, ha una presenza consolidata sul territorio nazionale ed internazionale, di cui il 50% è rappresentato dal mercato europeo, con la Germania a capofila.
La label si inserisce così nel piano di espansione ed internazionalizzazione del Gruppo, che sta spingendo l’acceleratore sul mercato estero, puntando all’Asia e al Medio Oriente.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.