Ripartenza, come si organizzano le aziende: il caso di Omal e Actuatech

Le due aziende, che producono valvole, con sede a Rodengo Saiano e Villa Carcina, hanno fatto test sierologici a tutti i dipendenti.

Più informazioni su

    (red.) OMAL S.p.A. e ACTUATECH S.p.A., aziende produttrici di valvole e attuatori industriali, originarie della Val Trompia e con sede rispettivamente a Rodengo Saiano e Villa Carnica, hanno deciso di effettuare lo screening epidemiologico di tutti i dipendenti.
    In collaborazione con l’azienda CDS Srl, sono stati effettuati circa 190 test rapidi IgG/IgM (così detto “test pungidito”) con lettura dei risultati in 10 minuti. Ai quali è seguito, solo in caso di esito positivo, prelievo immediato del sangue per Test Sierologico Quantitativo.

    Questi test sono solo l’ultimo tassello di un variopinto mosaico di azioni messe in atto da OMAL e ACTUATECH per la gestione dell’emergenza sanitaria: iniziando dall’arrivo, a Febbraio, di 4000 mascherine chirurgiche messe a disposizione delle maestranze; proseguendo con l’acquisto di guanti e gel disinfettante per tutte le postazioni di lavoro fin da Marzo; intensificando da Aprile l’igienizzazione sistematica dei locali; fino a arrivare, da Maggio, all’installazione negli ingressi di apparecchiature per la misurazione della temperatura corporea con riconoscimento facciale.
    Un segnale importante in un’ottica di tutela della salute comune, a cominciare dalla salute dei propri lavoratori e delle loro famiglie. In un momento storico di irrequietezza emotiva senza precedenti, OMAL e ACTUATECH vogliono dare un segnale concreto, con l’obiettivo di ricostruire insieme un nuovo cammino che ci riporti verso la normalizzazione della nostra vita quotidiana, al ritmo di piccoli e rispettosi passi.

    Più informazioni su

    Commenti

    L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.