Quantcast

Coronavirus, “sostegno all’agricoltura con la Cimmi”

Confagricoltura chiede l'intervento della Cassa Mutua Integrazione Malattie Maternità Infortuni Operai Agricoli.

(red.) L’emergenza Coronavirus continua a preoccupare in primo luogo sotto il profilo sanitario, ma anche sul fronte economico. Per questo motivo il presidente di Confagricoltura Brescia, Giovanni Garbelli, ha scritto una nota ad Antonio Zampedri, presidente della Cassa Mutua Integrazione Malattie Maternità Infortuni Operai Agricoli della Provincia di Brescia (Cimmi), e a tutti i consiglieri, per sollecitare un incontro finalizzato a definire interventi concreti a sostegno delle imprese bresciane e a tutela dei lavoratori dipendenti occupati.

 

“L’ottima gestione economica che ha caratterizzato la Cimmi in questi anni – spiega Garbelli – ha consentito di mettere da parte risorse importanti. Oggi, insieme ai sindacati dei lavoratori e alle altre organizzazioni agricole, possiamo quindi valutare di estendere gli interventi della cassa per affrontare questo momento di emergenza, in cui si sta determinando un forte impatto negativo sul sistema produttivo. Come è emerso dall’incontro tra il ministro dello Sviluppo economico e le associazioni imprenditoriali – prosegue il presidente di Confagricoltura Brescia -, alle misure d’urgenza, prese per le imprese nelle zone a rischio contagio, dovranno seguire interventi strutturali a supporto dell’intero sistema produttivo italiano. La Cimmi – sottolinea Garbelli -, proprio grazie all’oculata gestione condotta in questi anni dal consiglio di amministrazione e all’impegno delle imprese e dei lavoratori per accantonare i fondi necessari, è un soggetto che può a pieno titolo concorrere a mettere in campo interventi immediati per le imprese e i propri dipendenti: pensiamo ad esempio ai casi di sospensioni temporanee delle attività lavorative e ad altre misure che insieme potremo individuare. Per questo Confagricoltura Brescia – conclude il presidente – è fin da ora disponibile a supportare l’individuazione delle modalità operative degli interventi da sottoporre al consiglio della Cimmi, per l’adozione delle relative deliberazioni”.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.