Quantcast

Terziario: buone nuove per il made in Brescia

Secondo l'indagine periodica dell'Aib, le aziende di servizi seguono in maniera positiva l'andamento del comparto industriale. Anche per il futuro finalmente un po' di positività.

Più informazioni su

(red.) Un’altra buona notizia per il made in Brescia. L’attività del settore bresciano dei servizi evidenzia, nel secondo trimestre del 2017, un’ulteriore espansione, a testimonianza della positiva fase ciclica che caratterizza il comparto locale. Analogamente a quanto sperimentato nella manifattura, il terziario bresciano attraversa un periodo particolarmente favorevole, in coerenza con quanto registrato a livello nazionale, dove l’Indice PMI riferito al settore è stato protagonista nei mesi aprile-giugno della migliore quotazione in quasi dieci anni.

Nel dettaglio, in termini di giudizi sui tre mesi precedenti: • il fatturato è cresciuto per il 55% delle imprese, con un saldo positivo del 49% fra coloro che hanno dichiarato variazioni in aumento e in diminuzione; • gli ordini e l’occupazione evidenziano anch’essi significativi incrementi (saldi netti pari rispettivamente a +49% e a +26%); • i prezzi dei servizi offerti si caratterizzano invece per una nuova contrazione (saldo netto – 16%), confermando l’assenza di pressioni inflazionistiche all’interno del comparto.

Le aspettative per i prossimi mesi sono orientate a un nuovo ottimismo. Per il fatturato, il saldo fra risposte in aumento e in diminuzione è ampiamente positivo (+36%); i saldi riferiti al portafoglio ordini (+39%) e all’occupazione (+19%) evidenziano anch’essi risultati positivi. Le previsioni relative ai prezzi dei servizi offerti (saldo -16%) appaiono in continuità con quanto formulato a consuntivo per il secondo trimestre ed evidenzierebbero un’elevata concorrenza fra gli operatori del comparto.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.