Quantcast

Expo 2015, Brescia prima della classe

La Moretti Interholz di Erbusco ha già consegnato i propri cluster (i padiglioni espositivi) vinti in gara d’appalto.

Più informazioni su

expo_manifesto(red.) Brescia “prima della classe a Expo Milano 2015 “Nutrire il pianeta – energia per la vita”.
La Moretti Interholz di Erbusco ha tagliato infatti per prima il traguardo nella consegna dei propri cluster (i padiglioni espositivi) vinti in gara d’appalto. In questi troveranno spazio 12 Paesi che non possono coprire le spese per un intero padiglione e nei quli verranno esposti i temi caffè, cacao e cioccolato.
Moretti si è aggiudicata anche la realizzazione del padiglione del Principato di Monaco.
Dati i ritardi sui lavori, nei cantieri milanesi gli operai lavorano giorno e notte in vista dell’inaugurazione fissata per il 1° maggio.
ALBERO DELLA VITA Due sono le offerte arrivate per gli allestimenti tecnologici dell’Albero della Vita che – secondo i progetti – dovrebbero animare la torre di 35 metri icona del padiglione Italia all’Expo di Milano. Una delle offerte, però, non è stata accettata perché – spiega un comunicato ufficiale – proviene da un’azienda cinese e la Cina non ha ”aderito agli accordi di reciprocità’ internazionale per gli appalti europei”.
Resta in lizza, quindi, solo la proposta il consorzio guidato da Agorà, società aquilana che vanta molta esperienza nel campo degli effetti speciali avendo curato – tra l’altro – l’apertura delle Olimpiadi di Torino e Sochi dove lavorò con Marco Balich, il regista dei grandi eventi. Se l’Autorità Nazionale Anti Corruzione darà il via libera, Agorà incontrerà di nuovo Balich che del Padiglione Italia è direttore e dell’albero della vita è l’ideatore.
Il consorzio di imprese bresciane che realizzerà la struttura è già pronto a partire, mentre per l’aggiudicazione definitiva della parte tecnologica ci vorranno almeno 15-20 giorni.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.