Aib, «Nell’industria emergenza etica»

Giovedì si è svolta a Rodengo Saiano l'assemblea dei piccoli industriali bresciani. L'intervento più decisivo quello di Marco Bonometti.

(red.) “Cambiamento” è la parola d’ordine su cui insistono molte parti sociali da anni a questa parte. A volte è un motto inflazionato, a volte una genuina richiesta per non perdere il passo con i tempi. La medesima parola d’ordine ha risuonato a lungo anche giovedì 15 maggio al Musil di Rodengo Saiano, dove si è tenuta l’assemblea della piccola industria bresciana. L’intervento più lungo e pregnante è stato sicuramente quello del presidente di Aib Marco Bonometti.
Un discorso che non ha risparmiato i toni accesi (soprattutto nei confronti del sindacato) e che ha toccato i temi del lavoro, delle tasse, e della burocrazia. Non lesinando nemmeno l’autocritica, legata agli ultimi fatti di cronaca. «Siamo a Brescia, non in Sicilia. Che si tratti di pizzo o di tangente poco cambia. La corruzione è a soli 80 chilometri da noi ed è ipocrita nascondersi dietro a un dito».
Ce n’è per tutti: la burocrazia ammazza imprese; la ricerca, «da incentivare attraverso il credito d’imposta»; la Fiom che appende le bandiere rosse «come a Leningrado» fuori dall’Iveco; il sostegno ai redditi delle famiglie meno abbienti, «altrimenti i consumi non ripartono»; il credito sul quale «chiediamo l’impegno del Governo».
Gli fa eco Gianfranco Turati, presidente della Piccola Industria; anch’egli ha insistito sul cambiamento.  «Non siamo sfruttatori o profittatori, ma imprenditori, una risorsa fondamentale per il rinascimento di questo Paese».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.