Quantcast

“Acqua fonte di vita” inizia a Trenzano

(red.) E’ partito il progetto “Acqua fonte di vita” promosso dalla società italiana Acquaviva Italia, con le prime forniture gratuite degli impianti di microfiltrazione idrica e trattamento Uv nelle scuole primarie di primo grado e asili infantili dei Comuni di Trenzano, Cossirano e Lograto, tutti in provincia di Brescia. A ciascuno degli Istituti comunali, spiega una nota, l’azienda fornisce l’installazione di un impianto che, collegato alla rete, rinfresca l’acqua che esce dal rubinetto e la filtra, rendendola più buona e pulita.
Una bella novità per gli alunni e i loro insegnanti che possono  bere un’acqua depurata e più sicura e un bel risparmio per le casse comunali. ”L’anno scorso abbiamo speso 800 euro per rifornire l’asilo di bottiglie d’acqua”, ha precisato il Sindaco di Lograto Alberto Mezzana. “Ora i nostri bambini avranno a disposizione la già ottima acqua del nostro acquedotto, ulteriormente filtrata e depurata, con maggior risparmio, praticità e rispetto per l’ecologia”.
Considerando un consumo medio per una scuola di circa 11 mila litri di acqua all’anno, utilizzando l’acqua della rete idrica si evita un considerevole acquisto di contenitori in plastica, eliminando sia lo spreco di eventuali mezze bottiglie vuote sia i costi legati al loro  smaltimento. “Consumare acqua a km zero significa non fare ricorso ai trasporti e quindi meno traffico e meno incidenti.  Significa anche meno lavoro amministrativo e di stoccaggio in magazzino, meno ordini, fatture e registrazioni. Inoltre”, ha sottolineato Riccardo Marchini, Amministratore Delegato di Acquaviva Italia, “vengono eliminate le bottiglie in plastica, evitando la produzione di CO2 durante l’imbottigliamento e lo spreco di energia conseguente alla raccolta differenziata e al trattamento dei rifiuti”.
Per l’installazione dell’impianto è sufficiente disporre di un allaccio all’acqua di rete nell’ambiente scelto, solitamente la mensa. Grazie ai filtri viene ridotto il sapore e l’odore di cloro, si riducono  i sedimenti di micromaterie fino a 2 micron, si inibisce la formazione di calcare, si riduce la presenza di piombo, composti organici volativi e di cisti protozoiche.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.