Zambelli (lega): Le nuove regole di Dublino prendono in giro l’Italia

(red.) “Le proposte di modifica al Regolamento di Dublino presentate dalla Commissione UE che dovrebbero normare e regolamentare i flussi migratori e il trattamento dei migranti e dei richiedenti asilo sono un’altra presa in giro dell’Europa – attacca l’europarlamentare leghista Stefania Zambelli – nel testo della proposta infatti è previsto che i paesi che non subiscono sbarchi sul proprio territorio possano scegliere fra tre forme di esercizio di quella che è stata definita “Solidarietà obbligatoria”. Potranno infatti accogliere una quota diretta di richiedenti asilo, offrire assistenza all’espulsione di chi non ha ottenuto l’asilo, oppure finanziare i costi dell’accoglienza nei paesi di primo accesso”.

“Se questa non è una presa in giro, poco ci manca: all’Italia resterà l’incombenza della gestione degli sbarchi e delle domande di asilo, diversamente invece da quanto potranno fare i paesi continentali, mandando qualche contributo economico oppure sponsorizzando l’espulsione di coloro cui è stata rifiutata la richiesta di asilo” prosegue Zambelli, che è originaria di Salò,  “non è però così scontato che i paesi del cosiddetto “Accordi di Visegrad”, contrari ad ogni forma di accoglienza, accettino i voleri della Commissione UE”.

“È intollerabile l’atteggiamento della Commissione UE che aveva sbandierato un sostegno all’Italia sulla gestione dei migranti e che invece sta andando nella direzione di fare dell’Italia il campo profughi dell’Europa” conclude Zambelli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.