Quantcast

Migranti, coop affollata ed eritrei Diciotti a diocesi

Visita a sorpresa di un consigliere regionale in una struttura dove le condizioni erano proibitive. In arrivo giovani richiedenti asilo verso parrocchie.

Più informazioni su

(red.) Si torna a parlare di immigrazione con riferimento nel bresciano e l’occasione arriva dalla visita che un consigliere regionale lombardo ha compiuto in un centro di accoglienza straordinaria, ma anche per l’arrivo dei profughi tra quelli sbarcati in Italia con la nave Diciotti. A proposito del primo caso, il consigliere Michele Usuelli (+Europa con Emma Bonino in Lombardia) ha trovato una sede gestita da una cooperativa e in cui sono ospitati 26 richiedenti asilo in cinque monolocali. Peccato, pare, che il Comune abbia disposto non più di 12.

Il consigliere lamenta quindi condizioni inaccettabili tra poca acqua calda, scarichi che non funzionano e altri servizi mancanti. Una situazione che gli ha fatto annunciare di voler segnalare alla prefettura tutti quei casi di sovraffollamento e con residenti promiscui. Nel frattempo, come detto, giovedì 6 settembre da Rocca di Papa con i membri della Caritas arriveranno cinque eritrei assegnati alla diocesi di Brescia. Nessuna famiglia, ma tutti giovani che troveranno posto prima a Sant’Eufemia e poi tra le parrocchie. Per la loro accoglienza non arriveranno contributi statali, ma si sfrutterà l’8X1000.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.