Quantcast

Migranti, bando nazionale per 10 mila

Il 14 ottobre il dirigente del settore al Viminale, Morcone, presenterà il piano per l'ospitalità. A Brescia più richieste d'asilo di Roma.

Più informazioni su

Migranti(red.) Non più solo un bando a livello provinciale per Brescia, ma uno nazionale per dare ospitalità a 10 mila migranti. Richieste rivolte alle associazioni, come Adl Zavidovici e K-Pax nel bresciano, come percorsi di accompagnamento verso lo status di profughi. A delinearlo nei dettagli sarà il capo dipartimento per l’Immigrazione al Ministero dell’Interno Mario Morcone, atteso il 14 ottobre all’università Statale per incontrare gli amministratori locali e realtà coinvolte. Si parlerà anche di micro accoglienza diffusa e verranno sollecitati due terzi dei sindaci che ancora non hanno aderito al progetto per ospitare piccoli gruppi di migranti. Intanto, venerdì 25 settembre il prefetto di Brescia Valerio Valenti ha fatto il punto settimanale della situazione.
In provincia ci sono 1.178 profughi e non si contano più i numeri dell’emergenza di agosto. Si tratta di poche unità che potrebbero trovare posto fin da subito, anche se si è in attesa di quelli dal centro di Bresso. Sono stati anche sbloccati gli importi a carico del Ministero dell’Interno per le strutture ricettive che ospitano i migranti, mentre vanno avanti le valutazioni sulle richieste d’asilo. Una situazione che rende Brescia prima a livello nazionale, più di Roma. Il prefetto ha anche analizzato il caso dell’hub di Montichiari che sarà destinato a ospitare fino a 300 profughi per la Lombardia orientale. E in Regione, dopo Bresso, potrebbe non essere l’unico, si valuta anche a Varese.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.