Quantcast

Permessi, pochi «ok» per i migranti

Il 20% delle oltre 5mila domande di emersione dal lavoro nero presentate nel 2012 non ha i requisiti minimi. E i ritardi bloccano il sistema.

(red.) L’annoso problema del rilascio dei permessi di soggiorno a Brescia è tutt’altro che risolto.
Secondo quanto reso noto, circa il 20% delle 5mila 226 domande di emersione dal lavoro nero presentate nel 2012 da cittadini stranieri residenti nel Bresciano non avrebbe i requisiti necessari per essere accettato.
A quanto pare, al momento, le pratiche in attesa di una valutazione della Questura sarebbero una cinquantina e quelle in attesa all’Ufficio del lavoro un migliaio.
Il risultato, comunque, è che i pareri che lo Sportello unico per l’immigrazione della Prefettura richiede ai due enti – che, chiaramente, seguono tempistiche diverse – rallenta ulteriormente tutto il meccanismo.
La Questura ha dichiarato alla stampa che «problemi organizzativi e indagine penale su aspetti amministrativi hanno rallentato il lavoro: del resto è difficile accogliere una domanda in aprile, basandosi su un parere rilasciato l’anno prima, senza rivedere tutta l’istanza».
Alcune domande, insomma, necessitano di secondi pareri. E a chi ritiene che i controlli siano troppi la Questura risponde che «se le dichiarazioni contenute nella domanda che ci è stata presentata non corrispondono a quanto emerge dai controlli, siamo obbligati, per legge, a chiedere un’integrazione o a respingere la domanda».
In sostanza, la situazione è bloccata: «il ritardo sulle domande del 2012 sta ingolfando tutto il resto del lavoro, con un’attesa che va dai quattro agli otto mesi se la pratica è definita bene».

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.