Quantcast

Al via la campagna “L’Italia sono anch’io”

Lunedì 24 alle Acli presentazione della raccolta firme per chiedere il riconoscimento della cittadinanza ai figli di stranieri nati in Italia e il diritto di voto agli immigrati.

Più informazioni su

(red.) Lunedì 24 ottobre, alle 18, nella sede delle Acli bresciane in via Corsica 165 a Brescia si tiene la presentazione della campagna sui diritti di cittadinanza “L’Italia sono anch’io”.
La campagna consiste in una raccolta firme per la presentazione al parlamento italiano di due proposte di legge: la prima per il riconoscimento della cittadinanza italiana ai figli di stranieri nati in suolo italiano; la seconda per il riconoscimento del diritto di voto amministrativo per gli stranieri regolarmente residenti in Italia da 5 anni.
La campagna è promossa dai livelli nazionali di diverse associazioni e sindacati. L’incontro di lunedì, nel corso del quale verranno illustrati i contenuti delle due proposte di legge, è finalizzato a costituire il comitato bresciano della campagna “L’Italia sono anch’io”.
Obiettivo della costituendo comitato è di coinvolgere il più possibile associazioni ed enti locali presenti sul territorio. A tale scopo, nei giorni scorsi sono state inviate 200 lettere agli amministratori locali operanti in provincia di Brescia.
L’incontro di lunedì è ovviamente aperto anche ai cittadini e alle cittadine interessati a far parte del comitato.

 

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.