Quantcast

Profughi, iniziano i trasferimenti

Incominciano questo martedì i' traslochi' degli immigrati ospitati al residence "Le Baite". Mercoledì un altro gruppetto lascia la Val Palot.

(red.) Scatta questo martedì, come già annunciato tempo fa, l’ora del trasloco, atteso da mesi, per 20 dei 116 profughi africani che da giugno sono ospitati nel residence “Le Baite” a Montecampione, in Valcamonica (Brescia).
Il gruppetto, in mattinata, accompagnato dagli uomini della Protezione civile, si sposterà dai 1800 metri di altitudine fino a Edolo, dove alcuni di loro verranno accolti dal convitto, in tre invece raggiungeranno Casa Jona di Breno, mentre l’unico minorenne verrà accolto nella comunità per minori di Capo di Ponte insieme al fratello.
Mercoledì tocca invece a nove dei 21 profughi attualmente in Val Palot che lasciata la Valcamonica verranno trasferiti a Cellatica e Castelmella.
Il Servizio protezione richiedenti asilo rifugiati (Sprar) prevede non solo il trasloco in gruppi omogenei per lingua e cultura (così da rendere meno traumatico l’ulteriore spostamento), ma anche l’attivazione di un progetto di inserimento degli immigrati basato su corsi di alfabetizzazione alla lingua italiana funzionali alla richiesta di asilo dei rifugiati stessi. Inoltre, i migranti verranno istruiti appositamente per apprendere alcuni lavori.

 

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.