Quantcast

Apertura anno giudiziario: “Omicidio nautico come quello stradale”

Dopo la tragedia di Salò in cui persero la vita Greta Nedrotti e Umberto Garzarella, "si auspica adeguamento normativa". Lo ha detto il procuratore generale di Brescia, Guido Rispoli.

(red.) Durante l’inaugurazione dell’anno giudiziario nel distretto della Corte d’appello di Brescia, è stato ricordato l’incidente nautico costato la vita l’estate scorsa sul Lago di Garda ai giovani Greta Nedrotti e Umberto Garzarella, morti travolti da un motoscafo guidato dai due tedeschi Patrick Kassen e Christian Teismann, oggi a processo.

“L’episodio ha reso evidente il disallineamento tra la normativa per l’omicidio stradale e quella per l’omicidio nautico, non potendosi in particolare applicare a quest’ultimo tipo di omicidio la più rigorosa disciplina prevista dalla legge stradale. Un intervento di adeguamento in tal senso da parte del legislatore appare del tutto auspicabile”, ha detto il procuratore generale di Brescia, Guido Rispoli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.