Quantcast

Alcol e droga test rapidi: accordo tra procura e Civile

L' obbiettivo è quello di fornire l’esito di alcol e droga test al massimo in un’ora così da garantire un percorso giudiziario più efficace sia per le vittime che per gli eventuali responsabili.

Più informazioni su

(red.) Un protocollo firmato da Procura e Spedali civili di Brescia con l’obbiettivo  di fornire l’esito di alcol e droga test al massimo in un’ora così da garantire alle vittime di incidenti stradali che il percorso della giustizia sia più rapido ed efficace.
La legge del 2016, infatti, prevede l’arresto obbligatorio in flagranza per il reato di omicidio stradale compiuto in stato di ebbrezza alcolica o sotto effetto di sostanze stupefacenti, mentre l’arresto facoltativo in flagranza è previsto in caso di lesioni personali stradali gravi o gravissime provocate con valori di alcol e droga nel sangue superiori ai limiti di legge.
Ora che il nosocomio cittadino si è dotato delle strumentazioni necessarie, ora sarà possibile, nel volgere di solo un’ora, constatare la flagranza di reato, e dare un corso più rapido ed equo alle indagini.

Come funziona? Dato che l’obbiettivo del protocollo è quello di “garantire la contestualità dell’accertamento tossicologico e di assumere l’idoneità del campione biologico da analizzare in  tutte le fasi della sua preparazione, dal prelievo alla conservazione in ambiente idoneo e dedicato e sino al trasporto nel laboratorio di tossicologia forense”  tutti i presidi ospedalieri del territorio invieranno al Civile i campioni da analizzare, che verranno processati nel volgere di poco tempo, così da permettere, al magistrato indagante, di poter emettere, eventualmente, i provvedimenti di legge con tempistiche efficaci.
Il costo degli accertamenti “rapidi” verrà sostenuto dalla Procura.
Il campionamento verrà effettuato garantendo la privacy delle persone coinvolte ed i prelievi effettuati da personale sanitario.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.