Quantcast

Brescia, diffuse in chat immagini intime: 10 indagati verso il processo

La dottoressa bresciana che aveva denunciato situazione ha anche perso il posto di lavoro in studio medico.

Più informazioni su

(red.) Si avvia verso il processo la vicenda della dottoressa bresciana che aveva denunciato il giro dei propri scatti intimi e privati diffusi attraverso le chat di cellulare in cellulare in tutta Italia e perfino in Sud America. Nelle ore precedenti a martedì 20 aprile, come riporta il Giornale di Brescia citando fonti giudiziarie, il magistrato a capo dell’inchiesta ha chiesto il rinvio a giudizio di dieci persone tutte accusate di revenge porn.

Queste avrebbero diffuso le immagini intime della donna e nelle scorse settimane avevano già ricevuto la notifica di chiusura delle indagini, scattate dopo la denuncia della presunta vittima che, a causa di questa vicenda, ha anche perso il posto di lavoro. Ora il giudice sarà chiamato a valutare la richiesta di processo per gli indagati.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.