Quantcast

Violenza sessuale su una 16enne, pm chiede archiviazione per Balotelli

I fatti si sarebbero consumati nel 2017 a Nizza dove l'attaccante giocava. Per i legali è "una messa in scena".

(red.) Ieri, venerdì 16 aprile, in tribunale a Brescia, si è svolta un’udienza in cui il magistrato Barbara Benzi ha chiesto l’archiviazione del caso a favore di Mario Balotelli che era stato denunciato da una 16enne, al tempo dei fatti, per violenza sessuale. Da una parte proprio i legali del calciatore bresciano ritengono che sia stata una messa in scena ai danni del loro assistito, ma al contrario l’avvocato della ragazza vicentina ha chiesto al giudice l’imputazione coatta o nuove indagini.

I fatti si sarebbero consumati nel 2017 a Nizza, periodo in cui Balotelli giocava nella formazione locale. In quel momento ci sarebbe stato un rapporto sessuale tra il calciatore e la 16enne di Vicenza, ma in seguito la giovane avrebbe minacciato il bomber di rivelare tutto ai giornali se lui non le avesse dato 100 mila euro. Di fronte a quella situazione, Balotelli era stato denunciato per violenza sessuale, mentre lo stesso attaccante aveva fatto lo stesso verso la giovane e il suo legale per tentata estorsione a Vicenza.

L’attaccante aveva confermato il rapporto definendolo consensuale, mentre nel frattempo chi lo accusa è finito indagato tra il tribunale di Vicenza per calunnia (la ragazza) ed estorsione (il suo avvocato). Ora il giudice dovrà pronunciarsi sulla richiesta di archiviazione per violenza sessuale a carico di Balotelli.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.