Quantcast

Abusi sessuali sulla giovane nipote, zio condannato a 8 anni

Nella mente della presunta vittima riaffiorati una serie di ricordi dei presunti abusi dello zio nel 2008.

(red.) Nella giornata di ieri, venerdì 26 marzo, il giudice del tribunale di Brescia Riccardo Moreschi ha condannato nel processo di primo grado, celebrato con rito abbreviato a 8 anni di reclusione un uomo del Camerun di 42 anni e per l’accusa di violenza sessuale pluriaggravata ai danni della nipote. Esattamente la stessa sentenza che aveva chiesto anche il magistrato Erica Battaglia. I fatti contestati e che hanno portato al processo si sarebbero verificati nel 2008 quando nell’abitazione di un paese della bassa bresciana l’uomo era ospite della sorella e della sua famiglia, di cui anche la bambina di 8 anni.

Ma in quel periodo la giovanissima avrebbe subito degli abusi sessuali. Lo ha raccontato lei stessa qualche anno dopo mentre si confidava con le amiche, poi rivolgendosi al Telefono Azzurro Rosa e infine, diventata maggiorenne, anche alle forze dell’ordine. La ragazza ha denunciato lo zio per essere stata costretta a subire rapporti sessuali e la segnalazione ha raggiunto il magistrato che ha portato il presunto violento alla sbarra.

Nel frattempo nel corso di un incidente probatorio la giovane ha confermato tutte quelle versioni che riusciva a ricordare. E intanto proprio lo zio in tutto questo tempo era riuscito a formarsi una famiglia. Ma si è trovato alla sbarra nel rito abbreviato. Il suo legale ha provato a smontare la ricostruzione dell’accusa e della giovane, segnalando una serie di incongruenza, ma non è stato sufficiente. Dopo la condanna proprio l’avvocato dell’uomo ha già annunciato ricorso in appello.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.