Quantcast

Roccafranca, tenta di dare fuoco alla moglie: può stare a processo

L'uomo è rimasto ferito alla schiena in India. Cassazione riabilita procedimento che tribunale voleva fermare.

(red.) Il processo a carico di Ram Mangtoo, l’uomo di 62 anni accusato di aver tentato di dare fuoco alla moglie più giovane nella loro casa di Roccafranca, nel bresciano, dopo le continue liti tra il 2013 e il 2014, deve proseguire. E’ il risultato che ha ottenuto la procura di Brescia da parte della Cassazione alla quale il magistrato a capo dell’inchiesta si era rivolto dopo la sentenza di non luogo a procedere da parte del tribunale di Brescia.

In occasione del processo di primo grado, l’uomo di origine indiana era tornato al suo Paese e lì venne colpito alla schiena da colpi di arma da fuoco che lo avevano paralizzato. Per quel motivo il giudice del tribunale di Brescia aveva deciso di non procedere. Tuttavia, secondo l’accusa quell’atto sarebbe stato ammesso se l’imputato fosse affetto da disturbi psichiatrici e non fisici. Quindi, la Cassazione ha accolto il ricorso e disposto che il processo vada regolarmente avanti.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.