Quantcast

Vicenza, truffe alle agenzie di auto a noleggio: bresciano patteggia

Ieri la sentenza per un 37enne bresciano a capo di una banda che nel 2015 e 2015 avrebbe raggirato le agenzie.

(red.) Nelle ore precedenti a venerdì 5 marzo un bresciano di 37 anni ha patteggiato una pena a poco più di 5 mesi di reclusione e al pagamento di una multa da 400 euro in continuazione con altre sentenze per un totale di 3 anni. Nei suoi confronti, come di altri quattro complici, di cui tre bresciani, aveva acceso i riflettori la procura di Vicenza per una serie di truffe ai danni di agenzie di autonoleggio.

Infatti, il 37enne, ritenuto a capo della banda, si sarebbe presentato alle agenzie con patente falsa e un assegno altrettanto contraffatto per rilevare una serie di veicoli. Mezzi che però poi non restituiva. E nel momento in cui le agenzie andavano a riscuotere le somme degli assegni comprendevano di essere state raggirate.

I fatti contestati sarebbero accaduti tra il 2015 e il 2016 e in questo periodo la banda, salvo qualche caso, era sempre riuscita a impossessarsi dei veicoli a noleggio. L’accusa nei confronti del bresciano era di ricettazione, anche tentata, falso e sostituzione di persona.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di QuiBrescia, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.